Tutti gli artisti delle passate edizioni del Festival/all the shows of past editions

torna al festival di quest'anno/back to current festival

Il Colore Rosa

Aline Nari / ALDES

Il Colore Rosa

15 e 16 ottobre | Teatro | 10:00


Durata/running time: 50’
Fascia d’età/age level: 6-11 anni e famiglie / 6-11 years old and families

 

Ne Il Colore Rosa attraverso la metafora del colore si affrontano i temi della crescita, della costruzione della propria identità e soprattutto della necessità di preservare uno spazio intimo in cui accettarsi semplicemente per quello che si è, al di là degli stereotipi.
 Invece alle bambine si continuano a proporre giochi, scarpette, borsette, immancabilmente rosa, mentre per i maschi il rosa è un colore da evitare, da temere, da negare. Ma chi l'ha detto che il rosa è “da femmine” e il celeste “da maschi” ? Rosa, oltre ad essere stato storicamente anche un colore maschile, è un colore ricco di sfumature difficili da imitare o da riprodurre: perché ogni rosa è unico e ognuno può essere rosa a modo suo. 
Attraverso una scrittura coreografica globale (danza, gesto, voce) lo spettacolo Il colore rosa, nato anche grazie a laboratori sulla questione di genere, parla in modo ironico, evocativo e affettuoso del cammino difficile per riconoscersi nella propria diversità, nella possibilità di cambiare e trasformarsi.


Il Colore Rosa (The pink colour) is a dance-theater performance in which the metaphor of color is used to deal with the themes of growth, identity, gender, to affirm the need to nourish an intimate space beyond every stereotype. In the past, pink was even a colour for men, but nowadays it is instead used as a stereotyped colour for females: we often offer pink toys, pink clothes, pink shoes to little girls while for little boys pink is a colour to avoid, sometimes even to fear of. But can a colour be feminine or masculine? Is the sky male or female? Is water male or female? And what about mountains? Storms, stars, trees? Themes, movements and texts of the performance come from several workshops focused on gender issues carried out with children, leading to a global choreography (dance, gesture, acting) that handles important instances in a playful and challenging way.


CREDITI/CREDITS
interpreti/performersAline Nari/Elisa D'Amico, Gabriele Capilli/Davide Frangioni, Giselda Ranieri
voce recitante/reciting voice Graziella Martinoli
testi originali/original texts Daniela Carucci
musiche/music 2Cellos, V. Corvino, A. Fontana, F. J. Haydn, A. Vivaldi
elaborazioni sonore/sound elaboration Adriano Fontana
musiche originali/original music Valentino Corvino
luci/light design Michelangelo Campanale
costumi/costumes Aline Nari, Alessandra Podestà
produzione/production ALDES, in collaborazione con/in collaboration with Ubidanza
con il sostegno di/with the support of Mibact-Ministero per i beni e le attività culturali del turismo / Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo
un ringraziamento a/thanks to Davide Frangioni e Guendalina Di Marco

promo > https://vimeo.com/166181686


Coreografa, danzatrice, studiosa di letteratura e teatro. Dopo una formazione classica e contemporanea, conseguita anche grazie ad alcune borse di studio, inizia l’attività professionale nel 1993, dal 1998 al 2007 lavora nella Compagnia Sosta Palmizi danzando sia con R. Giordano sia con G. Rossi. Nel 2000 crea lo spettacolo Danze minute cui seguono diverse performance per il teatro e lo spazio pubblico, fonda con Davide Frangioni l'Associazione UBIdanza. Collabora con videomaker J. Herbert, M. Mirabella, R. Gual, il regista G. Gallione, i coreografi C. Manolescu, J. Jérémie, la compagnia ALDES/R. Castello. Dal 2005 al 2012 lavora con il regista M. Znaniecki per il quale firma le coreografie di alcune opere liriche in Italia, Polonia, Spagna, Grecia, Belgio. Dopo la Laurea in Lettere ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Italianistica, ha pubblicato saggi in riviste specialistiche, presso Bompiani e Marsilio Editore. Dal 2015 insegna Storia della danza presso l'Università di Pisa, corso di Laurea Magistrale SAVS.


Aline Nari, choreographer, dancer, Ph.D in Italian Literature Studies, studied ballet and contemporary dance (scholarship NYU/Unige with Douglas Dunn).
She started her professional career as a performer in 1993, from 1998 until 2007 she joined Sosta Palmizi Association, dancing with both Raffaella Giordano and Giorgio Rossi. After her first own piece Danze Minute in 2000, she has been creating several performances for the theatre and the public space together with performer Davide Frangioni, with whom she also founded UBIdanza.
As a choreographer and performer she also collaborated with: videomakers James Herbert (USA) and M. Mirabella (I), director G. Gallione (Teatro dell'Archivolto - I), choreographers Cosmin Manolescu (RO), Jany Jérémie (FR). Since 2005 she has been working with the Polish director Michal Znaniecki for whom she signed choreographies for operas in Italy, Spain, Belgium, Poland, Greece.
Besides her artistic career Aline Nari continued to follow her theatre and dance studies. She obtained the Ph.D from the University of Genoa and published essays on theatre, literature and dance. As from September 2015 she has been teaching Dance History at Pisa University.

Print